5 - Posizione delle mani

Posizione sullo strumento

Vediamo ora di capire come va "gestito" un basso elettrico. innanzitutto appoggiato alla spalla. La lunghezza della tracolla determinerà la posizione un corretto posizionamento delle mani.
La mano sinistra dovrebbe abbracciare il manico, con il pollice appoggiato circa a metà della larghezza del manico (quindi un bassista che ha un bel pollicione che sporge al di sopra del manico, quando non addirittura impostazione dela mano sinistra). Questa posizione è resa sicuramente più agevole se il nostro basso non si troverà troppo vicino ai piedi! I bassisti "inguinali", cioè che appoggiano il corpo dello strumento all'altezza dei genitali (il basso non è mica un perizoma!!) difficilmente riusciranno poi ad avere una corretta posizione della mano sinistra.
Per quanto riguarda la mano destra non vi sono particolari controindicazioni, anche se per eseguire alcune tecniche come lo "slap" è sicuramente meglio avere il basso posizionato abbastanza in alto.
Quindi, ad un principiante, io consiglierei di abituarsi a suonare il basso tenendolo abbastanza in alto, in modo da avere maggiore facilità nel mantenere le corrette impostazioni delle mani, anche durante le esecuzioni con tecniche percussive.


Posizione delle mani

Veniamo ora a definire meglio la corretta posizione delle mani.
La MANO SINISTRA deve posizionarsi sul manico con il pollice situato circa a metà larghezza del manico (vedi foto). Le quattro dita devono disporsi in modo da coprire l'estensione di quattro tasti quindi, partendo ad esempio dal capotasto e immaginando di premere la corda MI, l'indice dovrà premere il primo tasto (FA), il medio il secondo tasto (FA#), l'anulare il terzo tasto (SOL) e il mignolo il quarto tasto (SOL#).Nel compiere questa operazione le dita devono sempre premere le corde "a martelletto", cioè con l'ultima falange piegata in modo da premere la corda perpendicolarmente ad essa. Questo è indispensabile per poter permettere alle altre corde di continuare a vibrare senza interferenze.


La MANO DESTRA può assumere diverse posizioni a seconda dello stile di esecuzione adottato (finger, slap, tapping ecc.). Per ora ci limitiamo ad accennare alla posizione più comune: tipicamente il basso viene suonato con le dita della mano destra. Solitamente si appoggia il pollice sul pick-up (uno dei due normalmente presenti sul basso; la scelta di quale dei due utilizzare dipende poi dalla sonorità che ci piace di più: il pick-up al ponte emetterà un suono più "nasale", quello al centro del corpo un suono più morbido) per dare sostegno alla mano. Quindi si suonano le corde alternando l'indice e il medio (qualche volta anche l'anulare).
Se si decide di suonare con il plettro invece è sufficiente impugnare il plettro tra pollice ed indice e dare pennate sulle corde. Il plettro produce un suono molto più secco, adatto a particolari tipi di rock.