8 - Triadi e accordi

Introduciamo ora un concetto estremamente importante: la triade.
Con la parola “triade” si intende la sovrapposizione di tre note che solitamente vengono suonate contemporaneamente e prendono il nome di “accordo”. Gli accordi poi sono contraddistinti da un “modo” (maggiore, minore ecc.) in relazione alla distanza tra gli intervalli delle note che compongono la triade.
Sul basso elettrico la conoscenza delle triadi non è tanto finalizzata a suonare più note contemporaneamente (come ad esempio avviene con la chitarra) quanto a conoscere l’esatta composizione degli accordi che vengono utilizzati nostra tastiera le note che compongono quell’accordo.
Inizialmente ci concentreremo sulle triadi maggiori. Il modo maggiore prevede la composizione della triade così costruita:

TONICA (primo grado, dà il nome all’accordo)
TERZA (due toni dalla tonica)
QUINTA (tre toni e mezzo dalla tonica)

Una triade (accordo) di DO Maggiore sarà quindi formato dalle seguenti note:
DO (tonica)
MI (terza, due toni sopra la tonica)
SOL (quinta, tre toni e mezzo sopra la  tonica)

Quando un accordo di DO Maggiore viene suonato nella sequenza DO MI SOL si dice che lo si esegue nella posizione “fondamentale”. Tuttavia è possibile suonare l’accordo anche seguendo una sequenza diversa: in questo caso si parla di “rivolti” dell’accordo.
Esempio:
DO MI SOL  (fondamentale)
MI SOL DO (primo rivolto)
SOL DO MI (secondo rivolto)


Proviamo adesso a trasferirci sul nostro strumento e scoprire dove possiamo costruire le triadi in tutti i rivolti e su tutte le posizioni del manico. Prendiamo per esempio l’accordo di DO Maggiore. Cominciamo a cercare le note della triade su ogni singola corda.


Proviamo ora a svolgere un esercizio estremamente utile per conoscere le posizioni delle triadi maggiori in tutte le tonalità e in tutte le posizioni della tastiera.
L’esercizio prevede di comporre la triade in tutte le posizioni su tutta la tastiera sfruttando l’insieme di tre corde. Ovvero, su ogni corda si deve suonare una nota tra le tre che compongono la triade.

Esempio di DO Maggiore – Utilizzo delle corde LA-RE-SOL (primi 12 tasti)


Quello che abbiamo visto nei primi 12 tasti ovviamente va esteso a tutta la tastiera. L’esercizio che segue quindi una due coppie di tre corde per esplorare tutte le posizioni di tutte le triadi maggiori su tutta la tastiera.

Vediamo ora le triadi minori. La differenza tra modo maggiore e modo minore è costituita dall’intervallo di terza: nel modo maggiore l’intervallo di terza si trova a due toni dalla tonica, nel modo minore si trova ad un tono e mezzo. Ecco quindi uno schema di riferimento:

TONICA (primo grado, dà il nome all’accordo)
TERZA (un tono e mezzo dalla tonica)
QUINTA (tre toni e mezzo dalla tonica)

Una triade (accordo) di DO Minore sarà quindi formata dalle seguenti note:
DO (tonica)
MIb (terza, un tono e mezzo sopra la tonica)
SOL (quinta, tre toni e mezzo sopra la  tonica)

Come nel caso del modo maggiore, quando un accordo di DO minore viene suonato nella sequenza DO MIb SOL si dice che lo si esegue nella posizione “fondamentale”. Tuttavia è possibile suonare l’accordo anche seguendo una sequenza diversa: in questo caso si parla di “rivolti” dell’accordo.

Esempio:
DO MIb SOL  (fondamentale)
MIb SOL DO (primo rivolto)
SOL DO MIb (secondo rivolto)


Proviamo adesso a trasferirci sul nostro strumento e scoprire dove possiamo costruire le triadi in tutti i rivolti e su tutte le posizioni del manico.
Prendiamo per esempio l’accordo di DO Minore. Cominciamo a cercare le note della triade su ogni singola corda.

Proviamo ora a svolgere un esercizio estremamente utile per conoscere le posizioni delle triadi maggiori in tutte le tonalità e in tutte le posizioni della tastiera.
L’esercizio prevede di comporre la triade in tutte le posizioni su tutta la tastiera sfruttando l’insieme di tre corde. Ovvero, su ogni corda si deve suonare una nota tra le tre che compongono la triade.


Esempio di DO Minore – Utilizzo delle corde LA-RE-SOL (primi 12 tasti)