CORT Artisan A5  5 corde

DATI TECNICI:

Scala: 34", 24 tasti
Manico: 5 strati wengè/padouk
Corpo: Mogano/wengè
Top: bubinga
Tastiera: Ebano
Pick-up: 2 humbucker attivi EMG
Elettronica: attiva a 3 vie
Ponte: ABM sellette separate
Costruzione: neck-thru


IMPRESSIONI:
La Cort è forse nota ai più per costruire strumenti economici adatti ai principianti. Tuttavia, nella sua gamma, produce anche una serie di bassi chiamata Artisan che ha caratteristiche di rapporto qualità/prezzo decisamente interessanti. Il basso esaminato costa intorno agli 800 euro e, udite udite, è un neck-thru body, ovvero con manico passante nel corpo. Non è facile trovare strumenti con queste caratteristiche in questa fascia di prezzo.
Il manico è costruito con cinque pezzi di acero e wengè africano alternati. Al suo interno è alloggiato il truss-rod per la regolazione della curvatura. La tastiera è in palissandro. Il manico appare subito molto confortevole e permette un'ottima suonabilità anche nelle posizioni alte della tastiera, grazie al profilo morbido della costruzione neck-thru. Le ali del corpo sono costruite con un acero figurato esteticamente davvero molto piacevole.
La parte elettronica è tutta Bartolini: i pick-ups sono due humbuckers  e l'elettronica attiva consente la regolazione di volume, bilanciamento pick-ups,  alti, medi e bassi. E' interessante inoltre la possibilità di poter commutare l'elettronica da
attiva a passiva utilizzando come switch il potenziometro del volume. Il suono del basso è moderno e piacevole, decisamente versatile e ben si adatta a molti generi musicali. Tuttavia nella modalità passiva è meno convincente, probabilmente anche a causa di legni non troppo risonanti. Il SI basso se la cava dignitosamente, anche in questo caso però il bilanciamento sonoro non è esente da critiche. Tuttavia su questa fascia di prezzo è davvero difficile trovare di meglio.

Data recensione: 2004