CORT GB5 Custom  5 corde

DATI TECNICI:

Scala: 34", 22 tasti
Manico:
acero
Corpo:
Frassino di palude (con top in spalted maple)
Tastiera:
Palissandro
Pick-up:
Seymour Duncan SJ5-3N & SMB-5D
Elettronica:
Duncan designed BEQ-3 attiva a 3 vie
Ponte:
EB12(5)
Costruzione:
bolt-on



IMPRESSIONI:
La Cort è forse nota ai più per costruire strumenti economici adatti ai principianti. Tuttavia, nella sua gamma, produce anche  bassi di fascia superiore con caratteristiche di rapporto qualità/prezzo decisamente interessanti. Il basso esaminato costa intorno ai 600 euro e unisce un'estetica piacevole ad una sezione elettronica di pregio. Lo strumento originariamente si chiamava GB95, successivamente rinominato GB5 Custom.E' un basso bolt-on con manico in acero canadese, corpo in swamph-ash impreziosito da un top in acero spalted (molto sottile per la verità). La tastiera è in palissandro con blocks e binding. I pick-ups sono due Seymour Duncan, 1 single-coils al manico e 1 humbucker tipo MusicMan al ponte. L'elettronica attiva è sempre Seymour Duncan, attiva,
con volume, balance e regolazione di alti, medi e bassi. Inoltre uno switch permette di ricreare una curva a V per un'equalizzazione adatta alla tecnica slap. Completano il tutto un ponte massiccio e le meccaniche Hipshot. Lo strumento complessivamente appare ben costruito, buona la tastatura che permette un setup agevole. Il suono è decisamente medioso, penetrante nel mix. L'elettronica è abbastanza silenziosa ed efficace nell'intervenire sul suono dello strumento. Il low B rappresenta la vera nota "stonata" di questo strumento, tende ad essere poco definito e presente, appena accettabile.


Data recensione: 2012