YAMAHA BB615  5 corde

DATI TECNICI:

Scala: 34", 21 tasti
Manico: acero
Corpo: Ontano
Tastiera: Palissandro
Pick-up: 2 single coils
Elettronica: Yamaha, attiva  a 3 vie
Ponte: Yamaha
Costruzione: bolt-on




IMPRESSIONI:

La serie BB rappresenta la serie entry-level di Yamaha, ma non per questo bisogna associare il concetto di strumento economico a quello di strumento scadente. Il BB615 è sicuramente uno strumento economico, ma non è affatto scadente anzi, ha decisamente un ottimo rapporto qualità/prezzo.
Lo strumento si presenta ben rifinito e ben assemblato. Il modello provato era natural e, pur avendo legni a vista non esteticamente particolari, erano comunque scelti e accoppiati con cura. I legni usati sono un classico della tradizione: corpo in ontano, manico in acero e tastiera in palissandro. Due pick-ups single-coils al ponte e split-coils al manico, elettronica attiva a tre vie e ponte stile Fender completano la dotazione hardware.
Una volta imbracciato lo strumento si presenta non troppo pesante, ben bilanciato, il manico complessivamente comodo (finitura satinata) e scorrevole. Il timbro è abbastanza moderno e dà l’idea di avere una buona capacità di bucare nel mix. L’elettronica, pur non essendo il massimo, fa il suo dovere e permette di intervenire con efficacia sul suono, a patto di evitare i settagli estremi che sono sempre un po’ esasperati e poco sfruttabili in termini di suono.
L’intercorda è 17 mm., abbastanza stretta ma anche ormai abbastanza diffusa sui 5 corde. Il low B è buono e utilizzabile, uno dei migliori in assoluto in questa fascia entry-level anche rispetto ai concorrenti.
In sintesi quindi un ottimo strumento per iniziare con il piede giusto, oppure un valido “muletto” da utilizzare come secondo basso in situazioni dove si preferisce non portare strumenti più costosi.



Data recensione: 2008